Chiudi

Decreto Cura Italia: chiarimenti su disposizioni per famiglie e dipendenti

Scopri le nostre caldaie
Indietro

Decreto Cura Italia: chiarimenti su disposizioni per famiglie e dipendenti 26 marzo 2020

CHIARIMENTI SUL DECRETO CURA ITALIA

Approvato dal Consiglio dei Ministri e pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 17 marzo 2020  Il decreto agisce su quattro fronti: 1) misure per il potenziamento del Sistema sanitario nazionale, della Protezione civile e degli altri soggetti pubblici impegnati sul fronte dell'emergenza; 2) sostegno all’occupazione e ai lavoratori per la difesa del lavoro e del reddito; 3) supporto al credito per famiglie e micro, piccole e medie imprese, tramite il sistema bancario e l’utilizzo del fondo centrale di garanzia; 4) sospensione degli obblighi di versamento per tributi e contributi e altri adempimenti fiscali e incentivi fiscali per la sanificazione dei luoghi di lavoro e premi ai dipendenti che restano in servizio. 

Per informazioni complete si veda il sito del Sole24Ore

Quali sono le misure prese a sostegno delle famiglie e dei dipendenti?

Sospensione Mutui

Questo decreto prevede che possano presentare domanda di sospensione del pagamento delle rate di mutuo anche coloro che hanno subito la sospensione del lavoro o la riduzione dell’orario di lavoro per un periodo di almeno 30 giorni a causa dell’emergenza da coronavirus.

L’art. 54 del decreto prevede le seguenti nuove disposizioni a partire dal 17 marzo, giorno di entrata in vigore del decreto, e per la durata di 9 mesi:

  • l’ammissione al Fondo anche per i lavoratori autonomi e liberi professionisti che autocertifichino di aver perso più del 33% di fatturato dell’ultimo trimestre 2019, a causa dell’emergenza coronavirus. La perdita in un trimestre successivo al 21 febbraio 2020 o in un minor lasso di tempo
  • l’accesso al Fondo senza presentazione dell’ISEE per un periodo di 9 mesi
  • il pagamento, da parte del Fondo, degli interessi compensativi nella misura del 50% degli interessi maturati sul debito residuo durante il periodo di sospensione. Tale pagamento può essere richiesto dal mutuatario in caso di mutui, erogati da intermediari bancari/finanziari. La richiesta va presentata dal mutuarono all’intermediario. (fonte Adiconsum)

Per informazioni più dettagliate contattare le proprie banche e istituti di credito.

Permessi 104 per assistere disabili 

Per i permessi 104 il beneficio è automatico e prevede la possibilità di incrementare da 3 a 12 i giorni complessivi per i mesi di marzo e di aprile a disposizione per assistere propri congiunti o familiari portatori di handicap. In sostanza il lavoratore potrà ottenere in tutto 18 giorni di permesso, 3 per ogni mese e i 12 aggiuntivi previsti dal decreto.  
> Bonus utilizzabile automaticamente già attivo per mese di marzo e aprile. 

Congedo parentale 

I lavoratori alle prese con la gestione dei figli fino a 12 anni rimasti a casa per la sospensione delle lezioni hanno diritto, a decorrere dal 5 marzo, per un periodo continuativo o frazionato non superiore a quindici giorni, ad un periodo di congedo parentale per il quale è riconosciuta una indennità pari al 50% della retribuzione. In alternativa possono scegliere l'erogazione di un bonus di 600 euro per l'acquisto di servizi di baby-sitting.  
>Il congedo parentale lo riconosce il datore di lavoro, ma sulle modalità operative sarà necessario attendere le istruzioni dell'Inps. 

Bonus per i professionisti senza Cassa 

Ai liberi professionisti titolari con partita Iva al 23 febbraio 2020 e ai collaboratori attivi alla stessa data, se non pensionati o non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, è riconosciuta un'indennità per il mese di marzo pari a 600 euro.  
>Per ottenere i 600 euro il professionista o il collaboratore dovrà presentare domanda all'Inps. L'indennità è esentasse e sarà erogata dall'Inps secondo regole e modalità ancora da definire. 

Bonus per i professionisti con Cassa 

I professionisti iscritti alle Casse di previdenza, ad ordini o albi professionali potranno richiedere l'erogazione di un'indennità, definita “reddito di ultima istanza”.  
>Per le modalità e la successiva erogazione del bonus, per il quale il decreto legge stanzia complessivi 300 milioni, bisognerà attendere le regole che dovranno essere fissate dal ministero del Lavoro e da quello dell'Economia nei prossimi 30 giorni. 

Stagionali del turismo, agricoltori e autonomi 

All'indennità di 600 euro possono accedere anche i lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali, così come gli operai agricoli che nel 2019 hanno almeno 50 giornate pagate, nonché i lavoratori iscritti alle gestioni speciali dell'assicurazione generale obbligatoria (Ago - Fondo Pensioni Lavoratori Dipendenti FPLD e gestioni speciali dei lavoratori autonomi), purché non siano in pensione o iscritti ad altre forme di previdenza obbligatoria.  
>Anche per questi lavoratori sarà esclusa dal reddito, quindi esentasse, e sarà erogata dall'Inps su specifica richiesta. 

Extrabonus automatico per chi va al lavoro 

Ai lavoratori con redditi fino a 40mila euro che in questi giorni di serrata obbligata continuano da andare sul posto di lavoro o in ufficio, il datore di lavoro dovrà riconoscere direttamente nella busta paga di aprile o a conguaglio un bonus aggiuntivo di 100 euro (in proporzione ai giorni lavorati). 
>In questo caso l'erogazione è automatica. 

L'affitto di botteghe e negozi 

Il decreto riconosce un credito d'imposta del 60% del canone di affitto del mese di marzo 2020 della bottega o del negozio dove artigiani e commercianti svolgono la loro attività.  
Il beneficio fiscale non è riconosciuto a tutte quelle attività che sono rimaste aperte nei giorni di contenimento del contagio ed elencate nel Dpcm dell'11 marzo 2020.  
>Il credito d'imposta sarà spendibile in compensazione e dunque di fatto è un bonus automatico o al massimo rinviato a maggio, quando questi contribuenti torneranno a versare, imposte e contributi. 

Credito d'imposta per sanificazione 

Nessun automatismo, invece, per il credito d'imposta a chi sanifica ambienti di lavoro e attrezzature. Artigiani, commercianti e professionisti, che attiveranno procedure di sanificazione per contenere il contagio da Covid-19, per il periodo d'imposta 2020, è riconosciuto un credito d'imposta del 50% delle spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro sostenute e documentate fino ad un massimo di 20.000 euro per ciascun beneficiario. Il limite di spesa stanziato è di 50 milioni di euro per l'anno 2020.  
>Per ottenere il credito bisognerà attendere regole e istruzioni che dovranno essere fissate dal ministero dello Sviluppo economico e dall'economia. Il riferimento all'anno d'imposta 2020 lascia intendere che il credito sarà spendibile con la dichiarazione dei redditi che sarà presentata nel 2021. 

Fonte IlSole24Ore 

Richiesta informazioni


Dichiarazione in merito al GDPR (Regolamento Generale Protezione dei Dati)

Identità e dati di contatto del titolare:  PROFITEC ITALIA S.R.L.  ·  VIA MARCO BIAGI 5 - 37019 - PESCHIERA DEL GARDA (VR)
Dati trattati: dati anagrafici (nome e cognome) dell’interessato; recapito di posta elettronica.
Finalità del trattamento: dare riscontro alla richiesta dell’interessato.
Il mancato conferimento dei dati comporta l’ impossibilità di dare riscontro alla richiesta ricevuta.
Modalità di trattamento: elettronica.
Base giuridica del trattamento esecuzione di un contratto di cui l’interessato è parte. per la finalità di cui alla lettera
Destinatari dei dati raccolti: società di consulenza designate responsabili del trattamento e affidatari di servizi informatici correlati alle predette finalità designati responsabili del trattamento (il cui elenco è accessibile mediante richiesta ai nostri recapiti). Nel caso in cui la richiesta dell’interessato lo prevedesse, i dati di quest’ultimo, se necessario per poterne dare soddisfazione, potranno essere condivisi con terzi (ad. es. strutture ricettive, prestatori di servizi, ecc.).
Non è previsto il trasferimento in Paesi extra UE.
Periodo di conservazione: 12 mesi.
Diritti di accesso, rettifica, cancellazione, limitazione e portabilità: mediante comunicazione inoltrata all’indirizzo mail info@intergasitalia.it.
Coordinate autorità di controllo ove poter proporre reclamo mediante comunicazione inoltrata all’indirizzo mail: urp@gdp.it.

Dichiarazione in merito al GDPR (Regolamento Generale Protezione dei Dati)

Identità e dati di contatto del titolare:  PROFITEC ITALIA S.R.L.  ·  VIA MARCO BIAGI 5 - 37019 - PESCHIERA DEL GARDA (VR)
info@intergasitalia.it.
Dati trattati: dati anagrafici (nome e cognome) dell’interessato; recapito di posta elettronica.
Finalità del trattamento: permettere l’iscrizione alla nostra newsletter e ricevere aggiornamenti su promozioni, eventi e iniziative.
Il consenso al trattamento è facoltativo ma necessario per usufruire del servizio newsletter. Il consenso è sempre revocabile mediante la procedura indicata in calce ad ogni messaggio ricevuto.
Modalità di trattamento: elettronica.
Base giuridica del trattamento: consenso dell’interessato.
Destinatari dei dati raccolti: società di consulenza designate responsabili del trattamento e affidatari di servizi informatici correlati alle predette finalità designati responsabili del trattamento (il cui elenco è accessibile mediante richiesta ai nostri recapiti).
Non è previsto il trasferimento in Paesi extra UE.
Periodo di conservazione fino a disiscrizione dell’interessato;
Diritti di accesso, rettifica, cancellazione, limitazione e portabilità mediante comunicazione inoltrata all’indirizzo mail: info@intergasitalia.it.
Facoltà di revoca del consenso l’interessato può disiscriversi dal servizio newsletter e revocare il proprio consenso autonomamente dalle newsletter e/o mediante comunicazione inoltrata all’indirizzo mail: info@intergasitalia.it.
Coordinate autorità di controllo ove poter proporre reclamo mediante comunicazione inoltrata all’indirizzo mail: urp@gdp.it.



Dove siamo

Contatti

Indirzzo Via Marco Biagi 5
37019 Peschiera del Garda (VR)
Telefono tel 045 7902783
Email info@intergasitalia.it

Grazie

Ti abbiamo inviato una email. Per attivare la newsletter clicca sul link che troverai nel messaggio, grazie!

Iscriviti alla nostra newsletter


Dichiarazione in merito al GDPR (Regolamento Generale Protezione dei Dati)

Identità e dati di contatto del titolare:  PROFITEC ITALIA S.R.L.  ·  VIA MARCO BIAGI 5 - 37019 - PESCHIERA DEL GARDA (VR)
info@intergasitalia.it.
Dati trattati: dati anagrafici (nome e cognome) dell’interessato; recapito di posta elettronica.
Finalità del trattamento: permettere l’iscrizione alla nostra newsletter e ricevere aggiornamenti su promozioni, eventi e iniziative.
Il consenso al trattamento è facoltativo ma necessario per usufruire del servizio newsletter. Il consenso è sempre revocabile mediante la procedura indicata in calce ad ogni messaggio ricevuto.
Modalità di trattamento: elettronica.
Base giuridica del trattamento: consenso dell’interessato.
Destinatari dei dati raccolti: società di consulenza designate responsabili del trattamento e affidatari di servizi informatici correlati alle predette finalità designati responsabili del trattamento (il cui elenco è accessibile mediante richiesta ai nostri recapiti).
Non è previsto il trasferimento in Paesi extra UE.
Periodo di conservazione fino a disiscrizione dell’interessato;
Diritti di accesso, rettifica, cancellazione, limitazione e portabilità mediante comunicazione inoltrata all’indirizzo mail: info@intergasitalia.it.
Facoltà di revoca del consenso l’interessato può disiscriversi dal servizio newsletter e revocare il proprio consenso autonomamente dalle newsletter e/o mediante comunicazione inoltrata all’indirizzo mail: info@intergasitalia.it.
Coordinate autorità di controllo ove poter proporre reclamo mediante comunicazione inoltrata all’indirizzo mail: urp@gdp.it.

Annulla

Approfitta degli incentivi

Inizia ora a risparmiare.
Scegli l'affidabilità.
Richiedi un preventivo online.
10% di sconto
1 anno in più di garanzia sullo scambiatore


Dichiarazione in merito al GPDR (Regolamento Generale Protezione dei Dati)

In caso di sottoscrizione Newsletter l’utente dovrà confermare l’iscrizione per mezzo di mail di conferma inviata all’indirizzo inserito. In tal caso il trattamento prevede:

  • la profilazione dell’utente in gruppi, status, preferenze secondo quanto indicato e dedotto dalle informazioni inviate tramite il form o successiva autonoma profilazione.
  • l’utilizzo del dato per l’invio di comunicazione a mezzo digitale (email, whatsapp) o fisico (cartaceo) avente scopo informativo/commerciale.
Annulla